Premolari e amalgama scheggiata… nuovo approccio a vecchio problema

16 Nov 2018 - 2544

La paziente chiama in studio riferendo di aver fratturato un dente e di provare un forte dolore.
Viene vista in urgenza dopo poche ore … probabilmente una porzione di cuspide vestibolare sottominata dalla preparazione per amalgama ha ceduto.

Fig. 1

Il dolore della paziente era riferito al frammento che prima di distaccarsi ( come spesso accade … un ora prima dell’appuntamento ) comprimeva le gengiva; La paziente riferisce da quando ha perso il frammento ,  anche un importante fastidio indotto dal caldo e dal freddo .

Fig. 2

Si decide quindi di ricostruire temporaneamente la porzione distale al 14 in composito per ridurre il sintomo termico  e poter programmare il trattamento del 14.
Anche il restauro su 15 non sembra più sigillare correttamente, quindi si programmano entrambi i restauri.

Fig. 3

Visione occlusale prima del trattamento.

Fig. 4

Isolamento con diga di gomma , la cuspide vestibolare residua di 14 è molto sottile e una porzione della stessa si è già fratturata.

Fig. 5

In casi di rimozioni di amalgama o rimozione di estesi restauri in composito, in cui abbiamo il sospetto che qualche struttura del dente possa non essere adeguatamente supportata al termine della pulizia cavitaria. E’ molto utile provvedere a fare una chiave in silicone estesa che ci consenta di
‘’ stampare ‘’ le porzioni che abbiamo dovuto abbattere in quanto non sostenute.

Il silicone Express putty 2 grazie alla sua elevata durezza, al ridotto tempo di indurimento e al fatto che è abilitato all’uso intraorale è il materiale ideale per eseguire queste chiavi in silicone .
Questi siliconi sono la mia assicurazione di poter portare a termine un restauro diretto in tempi ragionevoli per me e per il paziente.

Fig. 6

Rimozione delle amalgame , si nota subito la cuspide disto vestibolare del 14 non sostenuta e la presenza di carie sotto il restauro del 15.

Fig. 7

14 viene ridotta la porzione non sostenuta e preparato il margine cervicale.

Fig. 8

La cuspide vestibolare anche se ha lo spessore adeguato superiore ai 2 mm presenta una incrinatura sul versante palatale. Inoltre in trasparenza si vede un cornetto pulpare.

Fig. 9

Visione distale del cornetto e della crack line dopo la mordenzata selettiva dello smalto.

Fig. 10

Visione occlusale del cornetto e della crack line dopo la mordenzata selettiva dello smalto.

Fig. 11

Trattiamo la porzione di cornetto visibile in trasparenza con laser a diodi GEMINI in modalità doppia lunghezza d’onda 810 e 980 nanometri.

Fig. 12

Per decontaminare il sottile strato di dentina e per stimolare la produzione di dentina terziaria.

Fig. 13

Viene posizionato sulla area che vogliamo stampare 3M Filtek™ One non polimerizzato, a seguire il silicone PUTTY EXPRESS 2 fornirà la forma corretta della cuspide.

Fig. 14

La luce deve essere potente per polimerizzare con la lampada e il silicone in posizione. E ‘ buona norma ritagliare e provare la calzata del silicone per consentire l’accesso della lampada prima di iniziare le manovre adesive!
Molto importante usare una lampada adeguatamente potente come 3M Helipar deep cure.

Fig. 15

Dopo aver stampato la porzione distale delle cuspide vestibolare possiamo costruire la parete distale trasformando la cavità da seconda a prima classe.

Fig. 16

Modellazione in un solo strato con 3M Filtek™ One seguendo le Essential Lines di Style Italiano.

Fig. 17

Pulizia cavitaria del 15.

Fig. 18

Matrici polydentia con ring forte in posizione dopo aver ultimato le fasi adesive con 3M Scotchbond Universal.
Un adesivo universale aiuta molto a guadagnare tempo e ci da la possibilità di ridurre la sensibilità post operatoria, fondamentale in un caso come questo in cui la paziente si presenta da noi con un sintomo termico in fase attiva.

Fig. 19

Parete mesiale in una singola apposizione con 3M Filtek™ One.

Fig. 20

Per la parete distale si decide di usare POLYDENTIA My Ring Classico con Diamond 24 di polydentia per un migliore fit della matrice.

Fig. 21

Sulla dx le pareti in 3M Filtek™ One con le matrici divaricate.
Sulla sx i restauri modellati in 3M Filtek™ One anche per il 15 tutto in uno strato il tavolato occlusale.

Fig. 22

Restauri ultimati.

Fig. 23

Lucidati e brillantati.

Fig. 24

A sx appena rimossa la diga , a dx dopo due settimane.

Fig. 25

A 2 settimane lucidatura della porzione vestibolare dei restauri con 3M SPIRAL.

Fig. 26

Immagine post lucidatura.

Fig. 27

Visione vestibolare pre e post.

 

Conclusions

Grazie a materiali e adesivi universali abbinati a strumenti efficaci  come laser , abbiamo potuto gestite in modo semplice e rapido il caso .

Il silicone Putty express ha consentito di terminare nei tempi programmati l’appuntamento  e di mantenere il restauro nel mondo dei restauri diretti !!

 

Bibliography

O’Neill C, Kreplak L, Rueggeberg FA, Labrie D, Shimokawa CAK, Price RB.

Effect of tooth brushing on gloss retention and surface roughness of five bulk-fill resin composites.

J Esthet Restor Dent. 2018 Jan;30(1):59-69

Ilie N, Luca BI.

Efficacy of Modern Light Curing Units in Polymerizing Peripheral Zones in Simulated Large Bulk-fill Resin-composite Fillings.

Oper Dent. 2018 Jul/Aug;43(4):416-425. doi: 10.2341/17-095-L. Epub 2018 Mar 23.

Saikaew P, Matsumoto M, Chowdhury A, Carvalho RM, Sano H.

Does Shortened Application Time Affect Long-Term Bond Strength of Universal Adhesives to Dentin?

Oper Dent. 2018 Sep/Oct;43(5):549-558

Monterubbianesi R, Orsini G, Tosi G, Conti C, Librando V, Procaccini M, Putignano A. Spectroscopic and Mechanical Properties of a New Generation of Bulk Fill Composites. Front Physiol. 2016 Dec 27;7:652.

Costa T, Rezende M, Sakamoto A, Bittencourt B, Dalzochio P, Loguercio AD, Reis A. Influence of Adhesive Type and Placement Technique on Postoperative Sensitivity in Posterior Composite Restorations. Oper Dent. 2016 Nov 28.

Zhang H, Zhang ML, Qiu LH, Yu JT, Zhan FL. Comparison of wear resistance and flexural strength of three kinds of bulk-fill composite resins. Shanghai Kou Qiang Yi Xue. 2016 Jun;25(3):292-5.

Van Dijken JW, Pallesen U. Posterior bulk-filled resin composite restorations: A 5-year randomized controlled clinical study. J Dent. 2016 Aug;51:29-35.